Casamari - prolocoveroli

Vai ai contenuti

Menu principale:

Casamari

 
 

CASAMARI

Lungo la strada provinciale 278, tra Frosinone e Sora, si trova Casamari, anticamente chiamato Cereatae Marianae dal tempio dedicato alla Dea Cerere, cui successivamente si aggiunse Marianae in omaggio al console Caio Mario, che qui ebbe i natali. Elevato a Municipium nel I sec. a.C., conserva ancora resti del ponte che i Romani costruirono sul fiume Amaseno.Intorno all’anno 1000 d.C., 4 pii ecclesiastici verolani, edificarono una chiesa dedicata ai SS.Giovanni e Paolo, martiri romani. Decenni dopo ricevettero abito e regola benedettina dall’abate del monastero S.Domenico di Sora e nella rima metà del XII sec. fu introdotto l’Ordine dei Cistercensi dal papa Eugenio III. Oggi mantiene il caratteristico complesso monastico: chiesa abbaziale, sala capitolare, chiostro e refettorio. Parrocchia dal 1948, per opera del vescovo E.Baroncelli. La sua Biblioteca è diventata Statale dal 1907 pur avendo subito nel tempo gravi perdite, conserva manoscritti, incunaboli, cinquecentine e seicentine. Reperti preistorici e romani, opere di artisti quali Guercino, Carracci e Sassoferrato sono conservati nel Museo Archeologico dell’Abbazia.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu