Palazzo Comunale e Aula Consiliare - prolocoveroli

Vai ai contenuti

Menu principale:

Palazzo Comunale e Aula Consiliare

fotografie di Antonio Grella

Palazzo comunale e aula consiliare

Il Palazzo del Municipio sorge sulla piazza principale della città, dove era l’antico Foro romano. Parte della sua costruzione in mura megalitiche del IV secolo a. C. è ancora ben visibile all’interno dei locali adibiti recentemente a museo di civiltà ernica e romane. La maggior arte dei reperti esposti sono stati donati al Comune, con alto senso civico, dalla famiglia Papetti in memoria di Nino appassionato cultore di memorie locali e per anni ispettore ai beni archeologici e monumentali di Veroli. In questi ambienti sono conservate le iscrizioni romane che ricordano due importanti personaggi: Gracco, prefetto dei fabbri e Lucio Alfio, duumviro. La figura del primo, per la laconicità della iscrizione, è avvolta nel più fitto mistero; conosciamo meglio il secondo. Sappiamo infatti che Lucio Alfio, oltre a ricoprire la carica di duumviro, era anche signore e curatore della colonia cassinese e che fu proprio per i suoi numerosi meriti che i Collegi dei Sevirali e degli Augustali gli innalzarono un monumento. A noi è giunta solo la sua base, rinvenuta nel 1356 ai piedi del campanile della cattedrale di S. Andrea.
In corrispondenza del Foro e strettamente collegato ad esso si trova una serie di ambienti di forma rettangolare, collegati da aperture arcuate basse e strette. Le pareti sono in opera inverta, mentre gli archi sono formati da blocchi di pietra posti radialmente. Si tratta di un camminamento

Torna ai contenuti | Torna al menu